Gli eventi pubblici del primo anno di attività

Nel primo anno di attività abbiamo dato vita ad alcuni eventi pubblici: in questa pagina trovate la rassegna di alcuni di loro, a titolo esplicativo, sia relativi alla diffusione della nostra iniziativa, sia nelle scuole e con gli studenti nella fase di start up del progetto, prima dello stop forzato imposto dalla pandemia (nell'area riservata alla Stampa i comunicati relativi alle iniziative. Per accedervi basta registrarsi). 

Da Introd a Wadowice e ritorno, nel nome di San Giovanni II
03:01

Da Introd a Wadowice e ritorno, nel nome di San Giovanni II

L’arte e la cultura non conoscono confini e sanno unire anche in tempo di pandemia. Così la mostra fotografica di Grzegorz Galazka, 50 fotografie che il Comune di Introd aveva esposto a luglio 2020 in occasione del centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, sono arrivate il 1 novembre a Wadowice, città natale di Karol Wojtyla, per la mostra allestita al Museo della Casa natale del Santo Giovanni Paolo II. Una data non casuale: il 1 novembre è il giorno in cui, nel 1946, Karol Wojtyla fu ordinato sacerdote. Si tratta di una raccolta dei più simbolici scatti realizzati negli anni 1989-2009 che riguardano solamente le zone di Introd e Les Combes, residenza estiva dei Papi. Un pezzo di storia della Chiesa, ma anche della Regione valdostana, che ha avuto la possibilità unica di accogliere degli ospiti così illustri. Da questa bellissima terra sono partiti anche dei messaggi molto importanti e profondi, indirizzati non soltanto ai fedeli presenti all’Angelus della domenica, ma anche a tutto il mondo. E dal Museo della Casa natale di Santo Giovanni Paolo II è in arrivo per la Maison Musée Jean Paul II di Les Combes d’Introd la mostra “Verso la santità”, già esposta a Wadowice, con una personale di Renata Rychlik, Ambasciatrice de La Memoria Viva, dal titolo “Seguendo i sentieri di San Giovanni Paolo II: paesaggi polacchi e italiani”. Le due mostre saranno visitabili (pandemia permettendo) ad Introd nella cappella del Santo Sudario e a Wadowice fino a marzo 2021, quando la mostra di fotografie di Grzegorz Galazka traslocherà per qualche settimana a Cracovia, prima di rientrare in Valle d’Aosta. La collaborazione fra i due musei è stata sancita anche da uno scambio di doni: la Maison Musée Jean Paul II di Les Combes d’Introd ha donato al Museo della Casa natale del Santo Giovanni Paolo II di Wadowice lo zaino che San Giovanni Paolo II utilizzava per le sue passeggiate in montagna, dono dell’allora segretario del Papa Cardinale Dziwich al museo di Introd all’atto della sua costituzione, e ne ha ricevuto in cambio la replica del medaglione della mamma di Karol Wojtyla, Emilia, i tovaglioli originali da lei ricamati per il figlio e l’album commemorativo del centenario della nascita del Santo Padre. Uno scambio culturale e artistico che potrebbe preludere ad un vero e proprio gemellaggio fra il museo valdostano e quello polacco.