Memorie di Liberazione

Per il 25 Aprile di quest'anno abbiamo chiesto ai nostri detective di cercare Memorie del Giorno della Liberazione: le testimonianze che raccoglieranno diventeranno un documentario del loro territorio.

Dal 25 Aprile sarà disponibile quest'area

per tutti gli Istituti Scolastici che aderiranno al progetto

Studenti detective della Storia

Ecco una traccia di quello che chiederemo agli studenti: di diventare "detective" della Storia, di indagare attraverso le testimonianze dirette di chi ha vissuto gli anni che hanno preceduto l'esplosione di fenomeni di intolleranza, di guerra o di contrasto sociale, per capire quali sono stati i meccanismi che li prodotti e per scoprire se ci sono analogie fra gli uni e gli altri, anche se in campi e su temi molto diversi fra di loro.

La Memoria vive se ha la linfa per nutrirsi

La Memoria Viva è il progetto di una Associazione no profit costituita appositamente per portare avanti senza condizionamenti e/o censure il lavoro svolto da ragazze e ragazzi nelle scuole, lungo un percorso di presa di coscienza della Storia recente indagata a 360 gradi.

Un progetto può contare su molti e importanti Patrocini ma non ha altre forme di finanziamento se non le donazioni, di sponsor privati o di enti o fondazioni, e solo con l'aiuto di tutti potrà proseguire negli anni per cercare di fare in modo che i giovani ritrovino la voglia di studiare, capire e agire per un modello sociale che comprenda le differenze e le trasformi in ricchezza per tutti senza farne motivo di conflitti di qualsiasi genere.

Grazie quindi a voi se vorrete dare il vostro sostegno

Le news

Ecco i pensieri che Lavinia, Viola, Dario e Luca, accompagnati dalla professoressa Monica Marchetti, hanno letto e poi lasciato sul binario del Campo di Auschwitz-Birkenau assieme a quelli dei loro compagni.

Le Pillole

La storia di Tadeusz Pankiewicz, farmacista cattolico del ghetto di Cracovia, è una delle meno conosciute, eppure lui, Giusto fra le Nazioni, è stato uno dei più importanti testimoni degli orrori del nazismo nella sua città e con la sua opera ha salvato molti ebrei.

Le immagini della cerimonia di inaugurazione della mostra "Dal Canavese a Cracovia" presso l'Istituto Italiano di Cultura di Cracovia.

con il Patrocinio di 

regione.jpg
consiglio.jpg
metropoli.jpg
cracovia-grande.jpg
olivetti-grande.jpg
Castellamonte grande.png
rivarolo grande.jpg

e il contributo di

libro-fiori-grande.jpg
margherita 1.jpg

© 2019 - La Tv di Torino e Canavese